Mystic Pizza #2: #IBelieveinSantaClaus

Mi concedete una (piccola) premessa, vero?
Io sono una fan del Natale. Da più o meno sempre. E soprattutto, credo in Babbo Natale. Da più o meno sempre. Che poi, non è proprio corretto dire così. Da bambina credevo A Babbo Natale, ora credo IN lui. La differenza è presto detta: io non credo che lui esista (non sono così stupida da pensare che qualcuno possa volare su una slitta, trainata da renne), ma credo nel suo potere. Il potere di esaudire desideri; il potere di accontentare tutti; il potere di fare del bene. E soprattutto credo nella bellezza di crederci. Potrei fare un paragone blasfemo, ma mi limiterò a farne uno a me più congeniale: credere in Babbo Natale è un po’ come credere nell’Amore. Quando ci innamoriamo, molto spesso, lo facciamo dell’Amore stesso e non di una persona in particolare (e questo spiega i ripensamenti e tutti il resto). È l’idea dell’Amore che ci fa stare bene. Chiaro, no? Ecco, lo stesso vale per Babbo Natale.

(Nota per gli scettici: visto che vi sento ridere da qui, ho deciso di fornire la prova che il mio metodo funziona davvero. #IBelieveInSantaClaus Welcome home BB8!)

Quindi, detto questo non potete certo biasimarmi se io, da ormai più di 20 anni, scrivo la famosa letterina.
Ma siccome i tempi cambiano, il mondo evolve (?) e gli strumenti si aggiornano, non vi aspetterete mica che io o il mio partner in crime lo facciamo in modo tradizionale. Daniel, ad esempio, ha una praticissima wish list su Amazon, dove Babbo Natale (o chi per lui) può vederne i desideri in tempo reale. Semplice e immediato.
Io, che notoriamente aborro le cose semplici, ho pensato bene di comunicare con il vecchio barbuto tramite Instagram. E per rendere la vita di quel pover uomo ancora più complicata, ho espresso 30 desideri, e giorno per giorno, (glie)li comunico. Sì, lo so, detto così sembra poco rispettoso nei suoi confronti, ma se considerato che c’è una foto per ogni regalo, vi rendete conto di come, in realtà, lo sto facilitando. E per facilitare anche quelli che, come me, si trovano spesso a dover fare regali a nerd e non nerd e non sanno mai cosa comprare, ho deciso di condividere (parte) della mia lettera con voi. Lettera che comunque, potete seguire qui fino al 24 dicembre.
So, cut the cackle e rinfreschiamo un po’ la memoria al panzone.

Ad esempio…
…vorrei il Funko Pop di Captain America... 
...vorrei il droide di BB-8... 
...vorrei tornare a Venezia... 
...vorrei un nuovo robot di latta (sì, un altro)
...vorrei un orologio nuovo, possibilmente il Flik Flak di Batman...
E, ovviamente…
...vorrei tanta pizza...

UpDate!
Il Capitano è venuto a farmi visita mentre non c’ero. Come lo so? Ha dimenticato a casa il suo scudo. Ho quindi deciso di chiudermi in casa finché non torna a prenderselo. Certo, mi chiamasse Bruce…

Captain america lascia il segno

Captain america lascia il segno

Mystic Pizza è la rubrica curata da Cecilia del Corpo, MangiaPizza e Nerd fra i Nerd.