#Game(r)boy11: "Un game(r)boy a Lucca Comics&Games 2018"

static1.squarespace.com.jpg

Come tutti gli anni siamo tornati da Lucca sempre carichi di emozioni, colori, esperienze...con meno soldi in tasca ovviamente e con le scarpe un po’ umide vista la valle di acqua che a tratti ci è cascata addosso durante il nostro soggiorno toscano.

Sarà che la pioggia ha ridotto leggermente il numero dei partecipanti, sarà che la distribuzione degli stand copriva ancora meglio l’intera città, sta di fatto che questa Lucca è stata proprio vivibile e godibile più di molte altre edizioni.

capitan-harlock.jpg

Certo, abbiamo dovuto rinunciare a malincuore a vedere almeno da lontano Leiji Matsumoto, Licia Troisi e l’astronauta Umberto Guidoni...la fila per il loro incontro copriva due isolati (sotto la pioggia) e per quanto siamo cresciuti con la sigla di Capitan Harlock nelle orecchie era un po’ troppo, forse stiamo diventando vecchi anche noi.

lostregonedellamontagna.jpg

In compenso tra una conferenza del maestro Giorgio Cavazzano, un veloce saluto a Mauro Boselli creatore di Dampyr, una Mirka Andolfo intenta a disegnare da una parte, Junji Ito dall’altra, Neal Adams e i suoi supereroi, James O’Barr e il suo Corvo...Insomma, alla fine abbiamo trovato anche il tempo di fare un salto al padiglione games, pure quello più agevole e tranquillo del solito, tanto tranquillo che oltre a visitarlo in lungo e in largo abbiamo avuto la possibilità di vedere dal vivo due mostri sacri del Gioco, volutamente con la G maiuscola: Matt Leacock impegnato in un torneo del suo famoso Pandemia, in casa Asterion e Douglas Niles autore di molti moduli del vecchio D&D.

Ci siamo persi ahimé Nepitello e soci che presentavano la nuova versione del gioco di ruolo di Lex Arcana, così come non abbiamo avuto modo di stringere la mano al buon vecchio Ian Livingstone, fondatore della Games Workshop e praticamente inventore dei librogames assieme all’altrettanto famoso Steve Jackson...purtroppo non riusciamo ancora ad essere ubiqui.

Pendragon.jpg

In tutta questa sbornia di nerdaggine siamo riusciti a testare giochi e case editrici e senza nulla togliere alle altre vorremmo fare un plauso alla Pendragon Games per la professionalità e la simpatia del proprio personale che ci ha fatto apprezzare (e ci ha anche venduto) due titoli che vi consigliamo: Kodama (per tutta la famiglia) e Detective, a modern crime boardgame (una sorta di racconto interattivo con le carte).

Ora, mentre scriviamo, Lucca è finita da qualche settimana con quella sensazione di tristezza che si trascina per un po’ come quando si saluta un amico che non si vedrà per un lungo periodo...ci è arrivata ieri la notizia della morte del papà della Marvel, Stan Lee. Hanno già scritto in tanti ed è inutile aggiungere elogie, il disegno di Emanuele Ercolani su Nerd2 racconta più di quanto possiamo scrivere noi.

Solo una cosa: molti di noi non sarebbero qui a volare con la fantasia, non disegnerebbero o non scriverebbero fumetti se non avessimo cominciato a sognare da piccoli accompagnati dai suoi personaggi e quindi, caro Stan, buon viaggio e dovunque tu sia…excelsior!

lucca2018.jpg