#Game(r)boy16: "Kickstarter for dummies"

static1.squarespace.com.jpg

Le stelle sono tante milioni di milioni...così iniziava un jingle pubblicitario di qualche tempo fa: in quel caso si parlava di insaccati di ottima qualità, nell’articolo di oggi invece parliamo della piattaforma Kickstarter con i relativi progetti, milioni di milioni appunto, ma non sempre delle stelle.

Per chi non lo sapesse Kickstarter è un portale nato negli Stati Uniti sul quale si possono finanziare i più disparati progetti, spesso proposti dal classico uomo qualunque che cerca di realizzare con i vostri soldi il proprio sogno di successo, che sia nel campo della musica, del cinema, dei videogames o dei giochi da tavolo/RPG. Nel corso degli anni l’uomo qualunque ha lasciato il passo a ditte affermate e di successo che utilizzano la piattaforma come altro medium per veicolare i propri prodotti.

kickstarter_header.png

La successiva (lecita) domanda è cosa ci guadagnate voi a dare i vostri dindi a uno o più sconosciuti persi nel mare magnum del web? In teoria le offerte non sono proprio libere, ma perfettamente inquadrate in pacchetti ben definiti in cui, a fronte di un vostro esborso pecuniario minimo, spaziate dal vostro nome nei ringraziamenti di chi ha supportato il progetto, a una miniatura con le vostre fattezze da utilizzare nel gioco da tavolo xy o (più frequentemente) la conquista di una serie di stretch goals che si ottengono quando il progetto raccoglie un certo numero di fondi...banalizzando, più soldi riceve chi propone l’idea, più ricco sarà il prodotto finale, crowdfunding appunto. Tanto per dare dei numeri stiamo parlando di progetti che superano i 10.000.000 di dollari raccolti, come Kingdom Monster 1.5 o The 7th Continent.

t7c-home-game.png

Altra domanda che può balenare nella mente dei neofiti è: tutto bello, ma quando e come ricevo quello che ho supportato? Se stiamo parlando di un progetto concreto ci possono volere dai 6 mesi a 1 anno circa, posto che l’ideatore dello stesso riesca a mantenere la schedule che aveva proposto inizialmente, ma tra ritardi di produzione, navi cinesi che devono attraversare il Pacifico, spedizioni aeree a rilento e corrieri italiani che perdono i pacchi la faccenda può diventare un po’ travagliata.

hq25th.jpg

A titolo personale, per quanto può esservi d’aiuto, abbiamo utilizzato Kickstarter diverse volte e tutto è arrivato più o meno puntualmente...ci sono però dei grossi però, appunto!

Il 28 aprile Kickstarter compie 10 anni e in alcuni settori è diventato quasi uno dei veicoli principali per certe case editrici o per alcune specifiche produzioni: parliamo in particolare dell’ambito giochi da tavolo/RPG. Se accedete al sito possiamo garantirvi che troverete almeno una decina di titoli contenenti tonnellate di miniature: servono realmente o sono lì solo per abbellire un titolo così così? Dopo 10 anni aggiungiamo che i prezzi sono sempre più alti, quasi allo stesso livello dei negozi, il che rende meno una certa appetibilità nei confronti della piattaforma. Non parliamo poi di titoli che magari supportate perchè sono piacevoli e carini a vedersi sul sito, ma che poi scoprirete a soldini ormai andati che sono stati playtestati da un gruppo di macachi lobotomizzati, dopo tutto dove c’è denaro che gira, le truffe sono in agguato, si sa.

up_front_cover.jpg

E a proposito di truffe, in 10 anni, almeno in ambito ludico, Kickstarter ha fatto emergere delle perle epiche: come non citare il progetto legato al 25° anniversario di Hero Quest, epigono dei titoli nostalgia anni ‘80, ideato da un gruppo di spagnoli e mai portato a termine, con successiva sequela di cause giudiziarie (vere e proprie class action). A braccio ricordiamo anche il caso di Up Front, esauritissimo wargame con le carte edito da Avalon Hill nella notte dei tempi, la cui riedizione non è mai arrivata a buon fine, anche qui con sequela di cause.

Come sempre su internet in un eterno equilibrio yin-yang ci sono sia le micidiali truffe come quelle citate, sia dei progetti spettacolari (e pensiamo, per dire al fan-movie tutto italiano su Harry Potter, Voldemort - Origins of the heir)...valutate con attenzione come spendere i vostri sudati soldini, ma nonostante quanto scritto sopra, date un’occhiata al sito e buttatevi se vedete qualcosa che attira la vostra attenzione, ogni tanto ne vale la pena!